Pasqua

Pasqua

25 Marzo Mar 2016 1800 25 marzo 2016 Aggiornato il 30 marzo 2018

Pasqua, cinque dolci dal mondo

Dagli hot cross buns inglesi alla Pashka russa, passando per lo Tsoureki, cinque ricette alternative a colombe, pastiera e uova di cioccolata.

  • ...
Pasqua Dolci Mondo

A Pasqua avete voglia di sperimentare dolci diversi da colombe e pastiere? Lasciatevi tentare dalle preparazioni di pasticceria straniere. Ecco cinque spunti che arrivano dalle tradizioni dolciarie di Gran Bretagna, Spagna, Francia, Russia e Grecia: tutte da provare.

GRAN BRETAGNA: HOT CROSS BUNS

Gli Hot Cross Buns sono panini al latte aromatizzati con cannella, zenzero e noce moscata e arricchiti con uvette e poi decorati, in superficie da una croce di pasta frolla o di semplice glassa. La preparazione è lunga per via delle molte ore di lievitazione, ma se avete pazienza può valerne la pena.

Ingredienti: 500 g di farina, 100 g di zucchero, 25 g di lievito (un panetto), 180 ml di latte, 1 uovo, 50 g di burro fuso, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaino di zenzero, 1 spolverata di noce moscata, 100 grammi di uvetta.

Sciogliere il lievito nel latte tiepido con lo zucchero. Metterli nell’impastatrice. Aggiungere la farina un po’ alla volta, iniziando a impastare, insieme a un pizzico di sale e le spezie. Una volta aggiunta tutta la farina unire anche il burro fuso e l’uovo e lasciar incordare l’impasto. Far lievitare per almeno 4 ore. Dividere l’impasto in tanti panettini (con queste dosi saranno circa 25) e lasciar lievitare di nuovo per almeno 1 ora e mezza. Un volta che i panini saranno raddoppiati, fare una croce sulla superficie con un paio di forbici, spolverizzare con zucchero semolato e cuocere in forno per circa 20-30 minuti a 180 gradi. Una volta cotti e raffreddati, guarnire riempiendo il solco a croce con glassa fatta di zucchero a velo e qualche goccia di succo di limone.

SPAGNA: MONA DE PASCUA

Il termine viene dall’arabo e significa «regalo»: la Mona de Pascua è un dolce tipico spagnolo di cui esistono due versioni: la tradizionale è una specie di ciambella che sulla superficie ha solo delle uova, l’altra, più moderna, è un dolce a base di pan di spagna, riempito di marmellata e glassato di cioccolato che di solito si decora con uova di cioccolata, ciuffetti colorati e coniglietti.

Ingredienti: per il pan di spagna: 4 uova, 150 g di farina, 150 g di zucchero, 20 g di farina di mandorle, 2 uova, 5 g di lievito, 2 albumi, 50 g di zucchero per gli albumi. Per il ripieno: 300g di marmellata di albicocche. Per la guarnizione: 125 g di panna liquida 30 g di zucchero 250 g di cioccolato fondente 125 g di burro.

Montare i tuorli d’uovo insieme allo zucchero in un contenitore, mescolare farina e lievito di birra in una ciotola a parte. Unire un po’ alla volta la farina e il lievito setacciati al composto di uova e zucchero. Aggiungere la farina di mandorle mescolando. Montare a neve gli albumi. A metà del processo unire 50 g di zucchero e, una volta montati, unire gli albumi al composto degli altri ingredienti. Versare l’impasto in una teglia da ciambella imburrata e infarinata, cuocere a 180 gradi per circa 45 minuti. Ottenuto il pan di Spagna, lasciar raffreddare, tagliare a metà e riempire di marmellata. Sciogliere il burro con il cioccolato, glassare il pan di Spagna con il cioccolato e lasciar raffreddare. Decorare il centro della Mona con ovetti di cioccolato.

FRANCIA: OSTERLAMMELE

L’agnello pasquale, l’Osterlammele o semplicemente Lammele (pronunciato Lamala), che significa proprio «piccolo agnello», è un dolce tradizionale alsaziano. Si mangia la mattina di Pasqua, quando viene fatto trovare in tavola per i bimbi di casa.

Ingredienti: 6 uova intere, 200 g di zucchero semolato, 150 g di farina 00, 70 g di fecola di patate, 1 pizzico di sale, 50 g di burro fuso, semi di una bacca di vaniglia, olio essenziale di limone, zucchero a velo.

Per preparare il dolce è necessario gli appositi due stampi a forma di agnellino, che poi verranno uniti creando una figura tridimensionale. Montare a bagnomaria le uova intere con lo zucchero e un pizzico di sale. Quando il composto sarà gonfio e spumoso incorporare la farina e la fecola setacciate, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto. Unire a filo il burro fuso ma tiepido, la vaniglia e l’olio essenziale. Versare il composto nei due stampi e infornare a 180°C per 35-40 minuti, verificando la cottura con lo stecchino. Cospargere con abbondante zucchero a velo.

RUSSIA: PASHKA

La Pashka è un dolce che viene preparato nei periodi pasquali in Russia: potrebbe essere considerato un antenato della cheesecake, ma senza base di biscotto, e ricorda un po’ anche la nostrana cassata.

Ingredienti: 600 g di ricotta strizzata e lasciata riposare in frigo per una notte, 70 g di uva passa, 150 g di burro, 150 g di zucchero, 250 ml. di panna (da montare), 3 tuorli d’uovo, 70 g di mandorle tritate, codette e ciliegie candite o frutta fresca (per la decorazione).

Passare la ricotta al setaccio e metterla in una terrina, far rinvenire l'uvetta in acqua tiepida e asciugarla. In un'altra terrina montare a crema il burro con lo zucchero, aggiungere i tuorli, la ricotta,la panna, l'uva passa e le mandorle. Rivestire uno stampo alto o una terrina rivestita con carta da forno, riempirla con il composto e coprire con un piatto, a sua volta coperto da una pietra. Mettere la terrina in frigo e far asciugare per 24 ore. Trascorso questo tempo capovolgere il dolce su di un piatto di servizio, decorarla con un coltello precedentemente immerso nell'acqua e decorarla.

GRECIA: TSOUREKI

Il dolce tipico della Grecia è lo tsoureki, un pan brioche a forma di treccia, aromatizzato con malepi, i semi di ciliegio selvatico, e mastica (una spezia derivata da una resina che si trova solo a Chios) e decorato con uova sode: si prepara per Pasqua, ma anche per altre feste come Natale e Capodanno. In caso di irreperibilità di malepi e mastica si possono usare l’anice e il cardamomo, o altre spezie a scelta. Il Tsoureki si serve accompagnato sia con marmellate e gelato sia con pietanze salate come formaggi e uova sode.

Ingredienti per 2 trecce: 600 g di farina 00, 150 ml di latte, 25 g di lievito di birra, 150 g di zucchero, 3 uova, scorza di arancio grattugiata, un cucchiaino di malepi, anice in polvere, 1/2 cucchiaino di mastica in polvere,cardamomo in polvere, 150 g di burro fuso, un pizzico di sale, 2 tuorli, mandorle a lamelle, 1 uovo sodo per decorare.

Impastare nella planetaria la farina con il lievito di birra sciolto nel latte a temperatura ambiente, le uova intere, lo zucchero, il sale, la scorza dell’ arancia e le spezie. Lasciar impastare per circa 8 minuti a velocità ridotta. Unire il burro fuso, poco alla volta, e poi il sale. Lasciar impastare per altri 5 minuti. Lasciar lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio, poi dividere l’impasto in 4 pezzi da arrotolare in 4 cilindri da intrecciare in due trecce. Appoggiare le trecce su una leccarda foderata di carta forno, decorare il centro con l’ uovo sodo (di solito colorato con colorante alimentare rosso) e far riposare per circa 1 ora. Spennellare con i tuorli d’uovo, cospargere con le mandorle a lamelle e infornare a 180 °C per circa 30-35 minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso