ALTERNATIVE 23 Ottobre Ott 2012 1750 23 ottobre 2012

Alghe, un altro mare in tavola

Non solo pesce. La vegetazione dei fondali riserva ricette prelibate per una sana alimentazione.

  • ...
alghe_cucina

Il konbu è un'alga molto ricca di iodio e ferro, ottima per brodi vegetali.

Le alghe sono diffuse soprattutto nella cucina orientale. Da qualche anno tuttavia hanno cominciato a comparire con maggior frequenza sulle tavole europee, anche se il loro consumo sembra ancora limitato a chi segue una dieta macrobiotica o vegana.
PROPRIETÀ DEPURATIVE
Le alghe sono un alimento importante per una sana alimentazione. Sono ricche di minerali, vitamine, acidi grassi e fibre. Hanno funzione rimineralizzante e hanno proprietà antinfiammatorie e depuranti, contribuendo a smaltire le sostanze tossiche e i metalli pesanti presenti nel nostro corpo. Favoriscono il processo digestivo e stimolano il metabolismo, risultando così utili per il controllo del peso corporeo. Svolgono un ruolo antiossidante contro i radicali liberi, aiutando a prevenire svariate malattie e a rallentare il processo dell’invecchiamento. Inoltre, sono una buona fonte di omega-3, acidi grassi in grado di contribuire al controllo dei livelli di colesterolo nel sangue. Essendo molto ricche di iodio, aiutano il funzionamento della tiroide, fatta eccezione per chi soffre di ipertiroidismo.
IN AMMOLLO O ESSICATE
L’alto apporto nutrizionale le colloca sì tra gli ingredienti di una corretta alimentazione, ma impone che siano assunte con moderazione. In commercio si trovano essiccate, pertanto prima di consumarle vanno lasciate a bagno in acqua fredda per qualche minuto. Ne basteranno pochi grammi dato che l’ammollo le farà aumentare notevolmente di volume. L’ideale è utilizzarle spesso in piccole quantità come condimento per zuppe, cerali, verdure e insalate. Si possono polverizzare essicate sopra i piatti oppure, dopo averle ammollate in acqua, condirle per servirle come contorno o aggiungerle in cottura con gli altri alimenti.
LE ALGHE PIÙ DIFFUSE
Konbu. Molto ricca di iodio e ferro. Oltre ad avere proprietà disintossicanti e depurative, sembra essere utile per l’ipertensione, l’artrite e le malattie cardiovascolari. In cucina è utile per accelerare la cottura dei legumi e renderli maggiormente digeribili. È ottima per la preparazione di brodi vegetali, zuppe e stufati.
Wakame. Molto ricca di minerali e vitamine, è una buona fonte di calcio. Ottima contro l’ipertensione e le malattie del cuore. Ha un sapore delicato ed è usata per la preparazione della zuppa di miso giapponese.
Nori. È molto ricca di proteine, vitamine e acidi grassi omega-3. È l’alga forse più nota, essendo utilizzata per comporre il famoso sushi. Un buon modo per mangiarla è quello di tostarla direttamente sul fuoco per pochi secondi, finché non prende una colorazione verdastra.
Arame. Tra le più ricche di calcio e iodio. Ha un sapore dolce e delicato, ideale per chi vuole iniziare ad avvicinarsi all’utilizzo delle alghe in cucina. Viene spesso usata come contorno, condita solo con un po’ di olio di sesamo o di salsa di soia.
Dulse. È la più ricca di ferro. Ha un gusto piccante ed è perfetta per arricchire piatti a base di cereali, condire verdure e insaporire insalate. È un’alga che è stata a lungo impiegata nella cucina dell’Europa nordoccidentale.
Hijiki. È tra le più ricche di minerali, fonte importante sia di ferro che di calcio. Disintossicante e rigenerante, previene i problemi di colesterolo ed è utile per la protezione di pelle, unghie e capelli. Tuttavia è considerata pericolosa da molti, perché contiene alti livelli di arsenico, tossici per il nostro organismo.
Spirulina. È uno degli alimenti naturali più completi dal punto di vista nutrizionale e per questo viene spesso usata come integratore alimentare naturale.
Agar-agar. È ricavata da alghe rosse di generi diversi. Si trova in commercio in fiocchi o barre ed è impiegata come gelificante vegetale in sostituzione di quelli animali (come la colla di pesce).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso